Nel mercato moderno, la qualità è sempre più un concetto irrinunciabile.
In quest’ottica, la certificazione di qualità è un impegno che crea le basi per un percorso di continuo miglioramento, offrendo concreti strumenti per il perfezionamento delle modalità operative, per una comunicazione interna più organica, per un prodotto inevitabilmente
migliore.
C.O.M.S. ha ritenuto fondamentale istituire al proprio interno un Sistema di Gestione per la Qualità, in conformità alla norma UNI EN ISO 9001.

La finalità che l’azienda si prefigge è quella di implementare gli elementi del Sistema di Gestione per migliorare l’efficacia e l’efficienza dei propri processi produttivi.

L’importanza assegnata dall’Azienda al proprio processo di saldatura ha portato C.O.M.S. a sviluppare metodologie operative conformi alla norma UNI EN ISO 3834-2 – Requisiti di qualità per la saldatura. Il sistema adottato dall’organizzazione già da molti anni garantisce che l’attività di saldatura sia svolta da personale qualificato sotto le direttive di un Responsabile di Saldatura (RSA).

L’entrata in vigore del Decreto Ministeriale 14.1.2008, costituente testo di Legge unico delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni, ha di fatto imposto a tutti costruttori in acciaio, e quindi anche a  C.O.M.S., l’accreditamento da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti come Centro di Trasformazione Certificato.

A partire dal 1 luglio 2014 è divenuta inoltre obbligatoria, per tutti i produttori di strutture in acciaio e alluminio, l’implementazione della Marcatura CE secondo la norma EN 1090-1, che descrive i requisiti e le modalità per l’apposizione della Marcatura CE secondo il Regolamento Europeo (UE) n. 305/2011.
C.O.M.S. è stata tra le prime carpenterie in Italia a certificare il proprio Factory production control (FPC) in accordo con la norma EN 1090-2.